Home
Errore
  • Errore nel caricamento dei dati feed.
 

Clicca per la photogallery

  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
A.R.I. Salerno a scuola PDF Stampa E-mail

A.R.I. Salerno a scuola

Istituto Comprensivo S. Tommaso D’Aquino – Salerno

 


Nella mattinata di sabato 28 aprile 2012 presso l’Istituto Comprensivo “San Tommaso D’Aquino”, sito nella zona di Fratte in Salerno, la nostra Sezione ha  attivato la postazione radio mobile e svolto una relazione sull’attività radioamatoriale  alla presenza del Preside Dott. Alessandro Turchi, di vari docenti e di un gruppo di genitori, per numerose classi di questo Istituto Comprensivo, in riferimento al progetto “La Radio nelle Scuole”.

Con inizio alle ore 10:00, nell’aula multimediale dell’Istituto, si è cominciato con la proiezione di un ppt  e  di vari video di nostre diverse attività, sia in simulazione che su emergenze reali. Nella relazione esplicativa, svolta dal presidente Giuseppe Pacifico IK8WCQ e dalla Segretaria Autilia Lenza IZ8FFQ, è stato fatto dapprima un rapido excursus riguardo alle prime esperienze sui fenomeni fisici ed elettrici intrapresi da Gilbert, Volta, Faraday, Maxwell, Cavendish e soprattutto da Heinrich Hertz; per poi passare  al nostro Marconi “Padre della Radio”. Particolare risalto è stata data all’opera dei Radioamatori nell’ambito della sperimentazione e dell’autocostruzione, che ha consentito di ottenere grandi conquiste in campo  tecnologico e in particolar modo quelle che attualmente riscuotono grandi consensi da parte dei giovani, quali ad esempio la telefonia cellulare. A dimostrazione che la passione per la Radio e la figura del Radioamatore non sono concetti antidiluviani e superati, ma sono modernissimi e anzi fondamentali per il continuo progresso.

Altro momento di importante riflessione è stato dedicato al ruolo del Radioamatore in ambito di Protezione Civile. Ruolo che non va confuso, inglobandolo genericamente nella P.C., ma di cui si sono rivendicate l’assoluta indipendenza e peculiarità, pur nel perfetto rapporto simbiotico con gli altri operatori di P.C.. Sono stati invitati i presenti a valutare l’estrema importanza del nostro ruolo, nella considerazione dell’immediatezza dell’intervento dei Radioamatori nelle calamità, grazie soprattutto alla diffusione capillare sul territorio, e dunque il supporto fondamentale nel fornire agli altri organi della P.C. le informazioni necessarie a determinare la qualità e la quantità degli interventi urgenti.

Alla fine si è concluso con la proiezione di diapositive dedicate alle attività comunemente e più diffusamente svolte dai Radioamatori, dal semplice QSO all’attività in portatile durante Contests  o Diplomi, dando particolare rilievo alle manifestazioni con gli Scout, come il Campo Regionale E.G. Campania, e proprio con le Scuole, come il contatto con l’ISS a Montecorvino Rovella e l’Exposcuola.

Si è passati poi alla parte operativa, quella che è sempre più apprezzata dai ragazzi. Ai microfoni dei nostri apparati e ai portatili si sono alternati centinaia di alunni, dai ragazzi delle Medie ai bimbi del primo ciclo della Primaria, con eguale entusiasmo, anzi forse i piccoli ancora più elettrizzati dei grandi. A tutti sono stati distribuiti depliants sulla nostra  attività e anche tante QSL. Dopo aver spiegato cosa sono queste ultime e a cosa servono, un bimbo, alto un soldo di cacio, dopo aver debitamente ascoltato un operatore della Sicilia in QSO con il nostro Vicepresidente Marcello Cafaro IK8DNJ e poi detto il suo nome al microfono, si è avvicinato e ha chiesto, con la sua QSL in mano e grande serietà, tutto impettito nel suo grembiulino blu:” Adesso mi dici come la mando al signore nella radio?” Che tenerezza e che efficienza: collegamento, QSL!

Siamo rimasti molto gratificati dall’attenzione che gli allievi di questa scuola ci hanno dedicato. Spesso ci rendiamo conto che nel tempo breve di un evento a scuola, lasciare un segno o riscuotere attenzione diventa difficoltoso, soprattutto quando si devono gestire gruppi di età eterogenea,  perché bisogna in pochissimo tempo riuscire a coinvolgere  tutti, modificando l’approccio  e spiegando comunque in modo agevole e piacevole argomenti non semplici. Un grande aiuto naturalmente ci arriva dall’attenzione degli insegnanti, che riescono a trasmettere ai propri alunni l’interesse per un’attività così diversa dalla didattica abituale. Pertanto il primo nostro ringraziamento va proprio al Corpo Docente, in primis al Dott. Turchi, per l’opportunità offertaci e con i complimenti per una così bella scolaresca.

Inoltre è stata molto importante per noi  la presenza anche di numerosi genitori, che ci ha consentito di verificare la nostra capacità di coinvolgimento e l’efficacia del nostro intervento a 360°.

Nel cortile della Scuola abbiamo attivato la nostra postazione radio sotto un sole cocente, sotto il quale  riluceva il nostro camper, nostro orgoglio, soprattutto perché ci costa molto sacrificio mantenerlo sempre in efficienza. In queste occasioni fa davvero la sua bella figura. Soprattutto ora, con le antenne riposizione sul tetto, per una rapida operatività. Dell’allestimento della postazione radio si sono occupati con grande celerità e professionalità Nello Basile IZ8DHE, Angelo Calogero IZ8ELN e Antonio Basile, quest’ultimo neopatentato, in attesa di nominativo, ma già attivo nelle manifestazioni da tempo, a volte anche suo malgrado, essendo “figlio d’arte”.

Ancora valido supporto ci è stato fornito dal nostro Socio  fondatore Antonio Sorrentino I8SWZ, che si era già occupato dei contatti con il Preside dell’Istituto e che è venuto a supportarci durante l’evento.

Quindi ancora una splendida manifestazione, alla quale seguiranno molti altri incontri già fissati in altre scuole del salernitano.

Non resta che ringraziare la Provincia di Salerno, che con il suo supporto da anni ci assicura  la possibilità di realizzare splendide attività e manifestazioni di grande valore e di grande ricaduta sociale.

Il C.D. ARI Salerno

 
Copyright © 2019 A.R.I. Associazione Radioamatori Italiani - Sezione di Salerno - IQ8BB. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Seguici su

 

free counters