Home
 

Clicca per la photogallery

  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
  • Clicca per la photogallery
APPROVATA LEGGE STAZIONI RADIOAMATORIALI PDF Stampa E-mail
Scritto da IZ8LKG Gerardo Web Master ARI Salerno   
Venerdì 28 Gennaio 2011 12:34

Consiglio Regionale Campania

APPROVATA LEGGE STAZIONI  RADIOAMATORIALI

 

In Campania, dal 2001 fino ad ieri, sui Radioamatori A.R.I., ma anche su tutti gli altri delle diverse associazioni con interesse in ambito di radiocomunicazione, pendeva una spada di Damocle chiamata Legge Regionale 14/2001, ovvero sia "TUTELA IGIENICO SANITARIA DELLA POPOLAZIONE DALLA ESPOSIZIONE A RADIAZIONI NON IONIZZANTI GENERATE DA IMPIANTI PER TELERADIOCOMUNICAZIONI".

Nata dalla giusta necessità di salvaguardare la salute pubblica, la normativa nazionale, recepita e adeguata nelle singole Regioni, sui campi elettromagnetici e sui rischi biologici correlati, nell'intento di controllare gli impianti radiotelevisivi e telefonici,  ha incluso, o perlomeno, non ha chiaramente escluso i Radioamatori nel considerare, genericamente, tutti gli impianti fissi per telecomunicazioni e quindi " sorgenti che generano radiazioni non ionizzanti, utilizzate in impianti fissi delle telecomunicazioni e radiotelevisivi con frequenza compresa tra 100 KHZ e 300 GHZ e con potenze efficaci massime al connettore di antenna superiore a 7 watt". .

Le conseguenze erano che, per quel che concerne la Campania, un Radioamatore nel rispetto di tale normativa, doveva:

  • Entro trenta giorni dall'entrata in possesso della sorgente di radiazione non ionizzate,  comunicare all'A.R.P.A.C., le caratteristiche tecniche dell'apparato;
  • Sottoporre il proprio impianto a  parere preventivo del Comune di appartenenza e presentare istanza di autorizzazione al Presidente della Provincia tramite A.R.P.A.C.;
  • Sottoporre il proprio impianto a test di conformità ai limiti e alle misura di cautela sanitaria, con la precisazione che gli oneri derivanti dell'attività prestata dalla competente struttura dell'A.R.P.A.C. erano  a carico del titolare dell'impianto o del legale rappresentante;
  • Ottemperare all'obbligo di effettuare semestralmente l'autocertificazione rispetto alla concessione e all'inquinamento elettromagnetico.

 

La parte più "interessante" è quella che riguarda le sanzioni:

 

"GRADUAZIONE DELLE SANZIONI (ART. 9 L.R. 14/01)

Omessa comunicazione ai sensi dell' art. 2, comma 1) e dell'art. 4, comma 3) € 5000,00

Omessa richiesta di autorizzazione ai sensi dell'art. 8, comma 1 € 25000,00

Installazione dell'impianto senza l'autorizzazione di cui all'art. 3, ovvero in difformità

della stessa € 25000,00

Spostamento dell'impianto in altro sito senza l'autorizzazione di cui all'art. 3 € 25000,00

Modifiche dell'impianto che comportino il superamento dei limiti previsti dalla normativa

vigente senza l'autorizzazione di cui all'art. 3, ovvero in difformità della stessa € 25000,00.

Da oggi in Campania la legge prevede in aggiunta all’Art. 1:

"Le disposizioni della presente legge non si applicano alle stazioni di radioamatore. di cui al

.Lgs. n.259 del l°agosto 2003 recante "Codice delle comunicazioni elettroniche', se

operanti nel rispetto dei limiti di potenza previsti dal Codice in vigore.

2. I titolari delle stazioni di radioarnatore di cui sopra comunicano, all'Agenzia regionale per la

protezione ambientale della Campania, il luogo e l'indirizzo di esercizio della stazione e la

potenza trasmissiva massima per ciascuna banda di frequenza utilizzata.

Niente di più di una semplice comunicazione, similare a quella che già si fà al Ministero. 

In poche  altre Regioni italiane si è ottenuto una  modifica delle leggi, tutelando i Radioamatori, anche se riteniamo che allo stato attuale, l'emendamento campano sia tra i migliori e più vantaggiosi per la nostra categoria. Il nostro ringraziamento, va soprattutto a quanti in questi anni hanno contribuito al riconoscimento del nostro valore e  hanno creduto nel nostro operato.

 

Ma ringraziamo soprattutto i consiglieri regionali  Donato Pica, Mario Casillo e l'On. Gianfranco Valiante  che ci hanno dato ampia fiducia, che hanno messo a disposizione le loro competenze  per la realizzazione di questo progetto e che hanno perorato così bene la nostra causa da ottenere un'approvazione all'unanimità .

Ringraziamo il Presidente del Consiglio Paolo Romano, tutti gli altri Consiglieri Regionali, il Relatore Michele Schiano di Visconti, Presidente della V Commissione, i Componenti tutti  della V Commissione, il Capogruppo dell'IdV Edoardo Giordano, l'on. Anna Petrone.

Naturalmente siamo a disposizione dei colleghi delle altre Regioni per ogni supporto inerente a procedure analoghe.

 

Un ringraziamento particolare va ad Autilia IZ8FFQ, Segretaria della Sezione, che con dedizione ha elaborato tutta la documentazione ed a Michelangela IZ8TPW che si è occupata delle relazioni istituzionali.   A tutto il Direttivo e a me stesso vanno i complimenti per aver avuto tanta pazienza e

tenacia.

 

Pubblicazione modifica alla legge sul Burc regione Campania

Comunicato stampa

 

Il Presidente A.R.I. Salerno

Giuseppe Pacifico IK8WCQ

 

 

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 16 Febbraio 2011 18:57
 
Comunicazioni terremoto Irpinia 1980 PDF Stampa E-mail
Lunedì 24 Gennaio 2011 22:14

Dall'archivio della nostra Sezione abbiamo estrapolato documenti e comunicazioni che ormai fanno parte della storia, perché riguardanti le attività durante il terremoto dell'irpinia del 1980.
La ricorrenza del trentennale di quel terribile evento è stata la motivazione che ci ha indotto a ricercare tale materiale e a decidere di metterlo a disposizione per la consultazione da parte di quanti fossero interessati per puro interesse storico o perché a quel tempo personalmente coinvolti.
Senz'altro questi documenti sono una delle testimonianze dell'impegno e del prezioso servizio prestato dai Radioamatori in quella e nelle altre situazioni di emergenza. Se oggi i Radioamatori sono unanimamente riconosciuti come componente indispensabile in ambito di P.C. lo si deve certamente anche a quegli uomini che nel caos più assoluto di quei giorni  seppero dare voce alla speranza.

 

Clicca qui per visualizzare i documenti


Segreteria ARI Salerno
IZ8FFQ Autilia

 
Calendario contest 2011 VHF UHF PDF Stampa E-mail
Sabato 15 Gennaio 2011 14:17

Tra un pò è primavera e ritornano .......no, no, non le rondini , I CONTEST!!!!!

E' ora di ritornare in attività a pieno regime. Cominciamo con qualcuno di questi contest....in particolare cominciate a riguardare il regolamento di quello delle Sezioni, che si terrà tra  20 giorni...

Cordiali 73


Scarica il calendario.

Segreteria ARI Salerno

Autilia Lenza iz8ffq

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Martedì 01 Marzo 2011 22:30
 
ARI SALERNO: AGGIORNAMENTO L.R.14/2001 PDF Stampa E-mail
Scritto da IZ8LKG Gerardo Web Master ARI Salerno   
Mercoledì 05 Gennaio 2011 17:45

 

E' finalmente giunta l'attesissima notizia dell'approvazione in Commissione regionale della modifica alla L.R. 14/2001, in data 23/12/2010.
Pertanto, probabilmente già nel mese di gennaio, sarà portata in approvazione del Consiglio regionale.
Il Presidente G. Pacifico e tutto il C.D. dell'A.R.I. di Salerno, esprimono agli On. Pica, Casillo e Valiante il proprio ringraziamento.


 

On. Donato Pica On.Mario Casillo

L’8 Luglio resterà una data storica per i Radioamatori Campani:

Presentata la Proposta di legge ad iniziativa dei Consiglieri Donato Pica e Mario Casillo “Tutela igienico sanitaria della popolazione dalla esposizione a radiazioni non ionizzanti generate da impianti per teleradiocomunicazioni”.

La Sezione ARI di Salerno ha dedicato mesi per la preparazione e la presentazione della documentazione che ci consentisse di muovere l’interesse delle Istituzioni politiche alla tutela dell’intera categoria radioamatoriale campana. Gli On. Donato Pica e Mario Casillo, Consiglieri Regionali, hanno subito prestato attenzione alle nostre segnalazioni, mostrando una eccezionale sensibilità nei confronti delle tematiche inerenti la Protezione Civile. A loro va il nostro ringraziamento e il nostro supporto, perché è certo che se un grande passo è stato fatto, ancora molto resta da fare.

Noi ci congratuliamo con noi stessi per il nostro impegno, la nostra perseveranza e la nostra fede, scaturite certamente dalla nostra passione per la Radio.

Dettaglio news

Presentata la Proposta di legge ad iniziativa dei Consiglieri Donato Pica e Mario Casillo “Tutela igienico sanitaria della popolazione dalla esposizione a radiazioni non ionizzanti generate da impianti per teleradiocomunicazioni”

09/07/2010

Presentata lo scorso 8 luglio la Proposta di legge ad iniziativa dei Consiglieri Donato Pica e Mario Casillo Modifica art. 1 della L.R. 24 novembre 2001, n.14 “Tutela igienico sanitaria della popolazione dalla esposizione a radiazioni non ionizzanti generate da impianti per teleradiocomunicazioni”. Una Proposta di legge che va nella direzione di riconoscere innanzitutto il ruolo e agli aspetti socialmente utili della Radio. In primis, i radioamatori affiancano le autorità soprattutto nell’ambito della “Protezione Civile” (come previsto dal decreto del Presidente della Repubblica n. 1214/1966, decreto ministeriale 27 maggio 1974, decreto del Presidente della Repubblica n. 740/1981). Ogni stazione è precettabile dall’autorità, con obbligo di mantenerla attiva e presidiata per tutto il tempo dell’emergenza. E’ solo grazie ai Radioamatori che vengono ripristinati e garantiti i collegamenti, permettendo il coordinamento dei soccorsi, Il grande valore dell’opera dei Radioamatori è riscontrabile anche nelle disposizioni che obbligano ogni Prefettura a disporre di una sala operativa per consentire, in seguito ad apposita ordinanza, l’immediata attivazione radio sulle varie frequenze. Inoltre il Radioamatore apporta un notevolissimo contributo allo studio della propagazione dei segnali radio, collabora ad esperimenti geofisici, partecipa a spedizioni scientifiche, ha a disposizione vari satelliti perché possa condurre studi utili alle telecomunicazioni. Altro aspetto fondamentale da considerare è che la Radio consente la comunicazione anche a chi ha degli handicap o è in età senile o vive solo e distante da centri abitati, risultando strumento di compagnia e di controllo, una sorta di “assistente sociale”. Già altre Regioni, tra tutte il Veneto, hanno accolto le istanze dei Radioamatori, modificando opportunamente la propria legge. La richiesta inoltrata alla Regione Campania dovrebbe essere valutata con attenzione considerando che proprio per eventi di gravissima entità nel nostro territorio, forse più di altri, ha potuto apprezzare l’opera meritoria dei Radioamatori. Inoltre un intervento del genere, avrebbe un notevole, positivo impatto sulla grande comunità radioamatoriale, molto numerosa in Campania, e potrebbe essere riferimento per le altre Regioni del Sud. Si richiede pertanto un’ apposita legislazione che tuteli le stazioni radioamatoriali dalle restrittive norme contro la diffusione dell’inquinamento elettromagnetico.

http://www.donatopica.it/

http://www.salernonotizie.it/

 

 
«InizioPrec.12345Succ.Fine»

Pagina 5 di 5
Copyright © 2017 A.R.I. Associazione Radioamatori Italiani - Sezione di Salerno - IQ8BB. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Utenti Online

 45 visitatori online

Seguici su

 

free counters